Please reload

Preferiti di Maggio e Giugno

July 31, 2018

 

Eh si! E' periodo di vacanze, mare, montagna, odore di salsedine  e voglia di viaggiare senza metà ne destinazione... 

Il mese scorso (Giugno) sono stata in ferie 20 giorni e ho staccato da tutto anche dal Blog.. Ora sono tornata però con i preferiti del mese di Maggio e Giugno. 

 

Nel mese di Maggio ho letto 5 libri, quello che però mi ha emozionato di più è stato lui:

 

Lo ammetto, non è stata una lettura semplice, è un libro forte , duro a tratti incomprensibile

(soprattutto l' ultimo libro) questo testo è diviso in tre parti:

° IL GRANDE QUADERNO 

° LA PROVA 

°LA TERZA MENZOGNA

Nella prima parte ripercorriamo le vicende di due gemelli lasciati alla nonna che loro non conoscono soprannominata "La strega" conosceranno la fame, le angherie le ingiustizie e la cattiveria che la guerra porta a compiere agli esseri umani.. 

Nella seconda parte invece ripercorriamo insieme la vita di Lucas senza il fratello, dovrà affrontare la solitudine,scrive giorno dopo giorno il suo quaderno perchè un giorno Klaus tornerà e vorrà sapere cosa è successo in tutti quegli anni...

Nella terza parte invece la lettura si determina sempre più sconclusionata quasi onirica e realmente ho fatto fatica a comprendere dei passaggi! 

Ho amato questo libro dalla prima pagina perchè ti descrive il periodo della seconda guerra mondiale attraverso gli occhi di due bambini che diventano adulti assaporando dolore e disperazione in totale apatia e indifferenza..

A tratti mentre lo leggevo avevo il magone e a tratti il disgusto, pensandoci poi alla fine ho capito che  Ágota Kristóf non poteva scriverlo in modo diverso.

Vi consiglio della stessa autrice anche :

L'analfabeta: racconto autobiografico Ágota Kristóf..

 

 “Nostra Nonna è la madre di nostra Madre. Prima di venire ad abitare da lei non sapevamo che nostra Madre avesse ancora una madre. La chiamiamo Nonna. La gente la chiama la Strega. Lei ci chiama figli di cagna” 

Nel mese di Giugno invece ho letto solo 3 libri, quello che ho amato e davvero mi ha scosso e turbata è stato "Il suono di mille silenzi" 

 

Se non si è capito io adoro i libri drammatici che mi lacerano dentro e questo forse più del precedente mi ha davvero scosso l' anima, mi ha travolto in un turbinio di emozioni forti, pesanti quanto macigni, mentre leggi queste pagine ti viene spontaneo chiederti "ma possibile che solo 50 anni fa succedevano queste cose??"

ebbene si negli orfanotrofi succedeva e succede di tutto! 

In questo libro ci viene raccontata la storia di Emma una bambina che vive e narra i suoi primi 18 anni di vita in un orfanotrofio pieno di sevizie e cattiverie di ogni genere..

Come vi dicevo prima non è stato un libro semplice da affrontare, per arrivare alla fine bisogna staccare il cuore e leggerlo con indifferenza (se si riesce) evitando di emozionarsi.. 

Ve lo consiglio se volete emozionarvi, piangere e scoprire lati

dell' umanità che a volte sembrano cristallini ma che non lo sono affatto!

 

"Ho scritto tutto questo per spalancare porte che per troppo tempo sono rimaste chiuse.."

 

Grazie a chi ha letto fino a qui senza preoccuparsi dei minuti che passavano.. Ve ne sono grata.. 

 

➡️ISCRIVITI ALLA PAGINA "A SPASSO NEI LIBRI"

 

🔜📚 INSTAGRAM : //www.instagram.com/aspassoneilibri/

                                                                                         

                                                                                                                                                                                                 Veronica

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.
(Fabrizio Caramagna)

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now